Simone Capecci
Ordina per Ordina per

Simone Capecci

Un perfetto connubio tra la straordinaria fertilità del terreno e condizioni atmosferiche ideali caratterizzate da un clima di tipo mediterraneo, dà origine a grandi vini che richiamano un territorio ricco di tradizioni e di storia. Il costante impegno di Simone Capecci è volto a mantenere intatte le peculiarità, i profumi, i colori e i sapori ereditati dalla propria terra, nella quale Simone prosegue tutt’oggi una continua valorizzazione dei vini della tradizione Picena, con una costante attenzione alla coltivazione biologica, alla ricerca e all’innovazione, al fine di migliorare e potenziare vitigni tradizionali e autoctoni quali il Peco-rino, la Passe-rina, il Sangiovese e il Montepulciano.
La terra presenta un elevato contenuto di calcare e ph alcalini ed i suoli che sostengono i vitigni hanno profondità sempre superiore ad 80/100 cm, il che consente alle radici di avere un notevole volume di suolo esplorabile ed una AWC (available water capacity) elevata, sempre superiore a 150 mm, così da assicurare un determinato contenuto di umidità del terreno anche nei periodi di siccità estivi. Un sottosuolo povero di acqua, ma che trattiene l’umidità, assoluta peculiarità di questo territorio, non consente all’azienda di utilizzare impianti di irrigazione, nel pieno rispetto dell’autenticitá del prodotto finale.
I Piceni, popolo residente in zona, furono i primi a diffondere il mito e il culto della Dea Madre legato appunto al concetto di fertilità e produttività, simbolo di buon auspicio. La volontà di riprendere questo simbolo, L’armilla, quale logo dell’azienda è un tributo alla fertilità del terreno, elemento primordiale dal quale si ottengono i prodotti più preziosi.      .