Il Forno di Michele
Ordina per Ordina per

Il Forno di Michele

Alle pendici del Monte Sibilla, in un piccolo borgo montano prende vita la nostra azienda agricola. Continuiamo la storia e filosofia di ciò che è iniziato molte generazioni fa, con la tenacia che caratterizza la nostra terra, dalla famiglia di Michele, mantenendo il rapporto che da sempre lega l’uomo alla Natura.

Ricerchiamo la qualità e la genuinità, in un equilibrio che è anche sintonia con l’ambiente che ci circonda.
I nostri prodotti sono a km 0 e nascono da una tradizione artigianale tramandataci nei decenni che ha bisogno di tempi lunghi, di attesa e di impegno.
Tutto nasce dalla saggezza e naturalezza di un tempo uniti al rispetto dei ritmi delle stagioni e alla passione che ispira il nostro lavoro.

La farina macinata a pietra, unica dal punto di vista organolettico, ricavata dal grano cresciuto senza diserbanti, coltivato, raccolto e macinato secondo metodi antichi, è l’ingrediente fondamentale di tutta la nostra produzione e della nostra cucina.

Crediamo nel valore del biologico come cura e attenzione per la Natura e per le sue ricchezze, che ogni giorno cerchiamo di valorizzare nel nostro pane, nei nostri biscotti, nella produzione di altri prodotti agricoli come l’orzo, il farro, il mais, la pasta, i legumi, le patate e le castagne.

l Monte Sibilla, fin dalle origini dell’azienda, ha rappresentato un valore indiscusso per la nostra attività e produzione.

Il territorio in cui nasce e si sviluppa l’Azienda Agricola Michele offre straordinarie bellezze naturali e paessaggi mozzafiato. Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini è un contesto unico, un habitat particolare che dona ogni giorno i suoi frutti nell’acqua purissima, nella terra, nei fiori e nella vegetazione.

Circa 70000 ettari di superficie distribuiti tra Marche e Umbria, con un ampia varietà di percorsi incontaminati, di borghi e siti di interesse naturalistico e non solo.

Tra le tante attrazioni del Parco, il Monte Sibilla, tra storia e leggenda, da sempre offre spunti interessanti non solo per gli amanti della Natura, ma anche per gli storici e gli scienziati.

La Grotta delle Fate, che la leggenda vuole essere stata la porta d’ingresso al regno sotterraneo della Regina Sibilla, e a pochi km dall’azienda, tanto che se ne può scorgere una parte.

La curiosità attorno alla Sibilla, le visite e spedizioni alla Grotta costituiscono un’ampia cronologia che parte dal 69 d.C. fino ad arrivare al 2000 quando vari Enti regionali hanno tentato di promuovere indagini geologiche più approfondite che hanno confermato, in una prima fase di studio con il georadar, la presenza di un complesso piano sotterraneo di cunicoli labirintici. Purtroppo la fase di indagine e di sopralluogo viene interrotta lasciando tuttora nel mistero questo luogo.

Azienda Agricola Michele organizza visite ed escursioni guidate per far conoscere le meraviglie della natura che lo circonda.

Tutto nasce dalla straordinaria terra che ci ospita, in un contesto lontano dalle città, immersi nel verde, circondati dalle montagne.

La nostra produzione predilige i tempi lenti, segue le lavorazioni antichereinterpretandole in chiave moderna. Terreni coltivati a frumento, senza utilizzo di diserbanti o sostanze chimiche nocive, nel pieno rispetto della Natura.

Il primo passo è il recupero delle terre incolte. I nostri terreni sono coltivati a frumento senza utilizzo di diserbanti o sostanze chimiche nocive a 1000 metri di altitudine nello splendido contesto del Parco Naturale dei Monti Sibillini.
La coltivazione invece testimonia il km 0 e la filiera chiusa, in cui il coltivatore e il produttore sono la stessa persona.

Dopo la concimazione naturale, l’aratura e la semina, 10 giorni prima della maturazione completa del chicco di grano inizia la mietitura che, nel pieno rispetto della tradizione e dei suoi ritmi, è realizzata con la mietilega, una macchina degli anni ’60. Il chicco così può assorbire l’acqua del gambo staccato dal terreno

I fasci di grano vengono raccolti a mano e disposti in cavalletti. Questi vengono lasciati nei campi così che possa terminare in modo naturale il processo di asciugatura e maturazione del grano in modo da acquisire tutti i principi nutritivi necessari per il nostro organismo.
 

Dopo la completa maturazione inizia la trebbiatura sull’aia. Il chicco di grano è suddiviso dalla spiga grazie alla trebbia, una macchina fissa che viene azionata da un tradizionale trattore specifico per questo tipo di lavoro.Il grano viene poi portato a Torgiano (PG) per essere macinato. Il mulino dei Fratelli Silvestri è un antichissimo mulino ad acqua che lavora ancora con le macine a pietra che girano in modo lento non surriscaldando il grano. Questa sistema permette di ricavare una farina le cui sostanze nutritive non sono denaturate, che conserva ancora il germe di grano e tutte le proteine, sali minerali, vitamine ed enzimi che naturalmente possiede.

I nostri biscotti sono tutti fatti a manorubando con un cucchiaio una parte dell’impasto, fatto scivolare sul testo di cottura con le dita oppure intrecciando le ciambelline che presentano il caratteristico nodo di chiusura a testimonianza della lavorazione a mano.
 

La cottura avviene nel nostro forno a legna a fuoco diretto,  con l’utilizzo solo di legna locale selezionata.Non utilizziamo macchine industriali, puntiamo tutto sulla qualità. Inforniamo i nostri prodotti manualmente e ne controlliamo il giusto grado di cottura.